Nuovo studentato Bocconi di Via Giovenale in dirittura d’arrivo

Milano, angolo via Giovenale-via Col Moschin, settembre 2022: studenti e studentesse di ogni ceto sociale, razza e religione camminano dirigendosi da e verso l’università Bocconi per progettare il loro domani pieno di speranze e sogni. Non è l’incipit di un film, ma uno sguardo verso il futuro che presto diventerà realtà.

Sono infatti al termine i lavori per il nuovo studentato dell’ateneo Bocconi, che verrà inaugurato in tempo per l’avvio del prossimo anno accademico. Anzi, meglio: fin da gennaio 2022 sarà possibile per chi lo desidera di fare richiesta di alloggio.

La gestione del campus Bocconi sarà in mano alla società Aparto, specializzata in studentati: ne gestisce infatti già ben 13 tra Regno Unito e Irlanda, per un totale di 5 mila posti letto e 70 mila metri quadri di superficie dedicata agli studenti. Il responsabile del progetto è Hines, mentra la proprietà è di Living 2.0, fondo immobiliare gestito da Savills Investment Management Sgr.

L’edificio del nuovo studentato Bocconi

Si parla di ben 16 mila metri quadri di superficie utile, in modo da alloggiare ben 600 studenti. Gli alloggi saranno di 5 categorie diverse: ensuite, twin, studio, studio premium e appartamenti, e ognuno di loro garantirà il massimo benessere e comfort, per un campus progettato sul modello dei più importanti college internazionali.

Ma non solo camere e noiosi posti letto: al campus Bocconi sono previste numerose aule studio, che si affiancheranno a servizi innovativi quali palestra, reception attiva 24 ore su 24, bar e ristorante, parcheggio bici, sala per praticare yoga, una lavanderia e un cinema al chiuso per ospitare sia proiezioni che eventi. Inoltre, ampie aree esterne ospiteranno giardini per fare tranquille passeggiate in completo relax, ma anche angoli dedicati all’attività sportiva come campi da basket o ginnastica a corpo libero.

Parla il rettore della Bocconi

Parole di elogio al nuovo studentato sono arrivate direttamente dal rettore della Bocconi, Gianmario Verona, il quale conferma che il suo ateneo è da sempre attento a “proporre ai propri studenti un’esperienza universitaria completa e di eccellenza sia nella didattica che nei servizi”, e pertanto, secondo lui, l’accordo con Hines va in questa direzione.

Le cifre di Milano come città per studenti, infatti, sono impressionanti. Verona le snocciola: “Milano è una città dinamica e internazionale, con 14900 studenti, di cui oltre il 20% sono stranieri. Grazie al nuovo campus potranno usufruire di 360 strutture abitative in più, aumentando la nostra offerta a ben 2100 posti, spalmati su 7 strutture diverse”. Secondo il rettore della Bocconi, la priorità è quella di “garantire inclusione e soluzioni sostenibili all’interno dell’intero campus urbano, che naturalmente comprenderà anche la nuova residenza Milano Giovenale“.

Il futuro della Bocconi

Sembra quindi che il futuro della prestigiosa università milanese sia più luminoso che mai. Non solo per il grande successo che sta avendo questo nuovo studentato (ben 360 posti letto su 600 sono già stati prenotati, considerando l’apertura prevista per settembre 2022 è un risultato incredibile), ma anche perchè le acque si smuovono anche in via Ripamonti, dove il cantiere per un’ulteriore residenza universitaria con 700 posti letto terminerà entro la fine del 2022.

E inoltre, il progetto del Nuovo Campus Bocconi è in dirittura d’arrivo. I progettisti sono nomi grossi: le archistar giapponesi Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa dello studio SANAA, che lavoreranno in un’ottica di riqualificazione dell’ex area della centrale del Latte, che si aggiungerà alle sedi di via Sarfatti, via Bocconi e via Gobbi, oltre all’edificio “Velodromo”, all’edificio Grafton, e alla la Residenza Bligny. L’area comprenderà anche una nuova ulteriore residenza per studenti, un centro sportivo e ricreativo e la nuova sede della SDA Bocconi, composta dai tre edifici Master, Executive e Office.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati