Moncler pronta a trasferirsi a Symbiosis

L’accordo per trasferirsi presso Symbiosis, il nuovo business district di Milano Sud, è già stato siglato, e i piani per il futuro sono più radiosi che mai. E’ questo, in poche parole, l’incipit di ciò che sta per accadere in casa Moncler. L’azienda di moda italo-francese ha infatti firmato con Covivio, proprietaria del distretto degli affari Symbiosis di Milano, un accordo di pre locazione, della durata di 15 anni, per ospitare il quartier generale del brand di fashion.

All’interno dei 38 mila metri quadri di uffici e spazi commerciali di futura realizzazione verranno raggruppati tutti i dipendenti Moncler, che oggi sono dislocati in tre diverse sedi. Con il trasloco, Moncler ha in mente di sviluppare una sede totalmente personalizzata, basata sugli elementi che l’azienda reputa fondamentali: sostenibilità, benessere ed esperienza.

Il complesso che ospiterà Moncler non è ancora stato costruito, ma il progetto è pronto, e porta la firma del prestigioso studio di architettura e interior design Antonio Citterio Patricia Viel. Hanno parlato alla stampa entrambi, affermando che “il nuovo HQ di Moncler darà un forte contributo all’area sud di Milano”, e che “il corporate campus è stato progettato usando soluzioni architettoniche all’avanguardia, per migliorare l’efficienza termica e per ridurre i consumi di energia”.

All’interno, il nuovo complesso Moncler sarà modellato secondo l’evoluzione del modo di lavorare post-pandemia, ossia usando ambienti ibridi ed aggregativi, per accogliere gruppi di lavoro eterogenei e favorire così una collaborazione trasversale, facilitando allo stesso modo socializzazione e creatività.

Verranno anche riutilizzate alcune vecchie strutture: è questo ad esempio il caso della vecchia ciminiera presente nell’area, simbolo di un passato industriale che non c’è più, e che oggi si sta trasformando molto rapidamente in un presente fatto di servizi con lo sguardo costantemente rivolto verso il futuro. La ciminiera è già stata risanata, e verrà riutilizzata per migliorare le condizioni termiche dell’edificio, immettendo area esterna all’interno di una serra bioclimatica costruita sul perimetro.

Le parole di Covivio

Per Covivio ha parlato Alexei Dal Pastro, l’AD della divisione italiana dell’azienda. Secondo lui, la collaborazione con Moncler “conferma la grande attrattività di Symbiosis”, che ad oggi si sta sviluppando come uno dei principali poli corporate di Milano, grazie ai suoi “126 mila metri quadri, dei quali oggi ne sono stati realizzati già 100 mila, commercializzati al 96%; ciò significa che il mercato uffici a Milano è più attivo e dinamico che mai”.

Traspare fiducia dalle sue parole, e ammirazione verso ciò che il capoluogo lombardo è riuscita a compiere in questi duri anni di pandemia: “Milano ha saputo fronteggiare la crisi con grande resilienza, e riceverà nuovo impulso anche dalla rigenerazione dello scalo di Porta Romana”.

Symbiosis: il nuovo polo degli affari milanese

Symbiosis, business district situato nell’area sud di Milano, presso Porta Romana, a oggi ha già pronti 100 mila metri quadri di spazi, commercializzati al 96%. E’ stato sviluppato in un contesto più ampio di riqualificazione urbana, per mano di Covivio. L’idea del costruttore è quella di creare uno dei più importanti progetti di riqualificazione di Milano, in un’area interamente sostenibile.

Tra i vari edifici sviluppati presso Symbiosis, a oggi spicca l’Edificio D, che ospiterà la nuova sede di Boehringer Ingelheim: un edificio green progettato con al centro l’efficienza energetica e l’attenzione all’ambiente, anche grazie ad una serie di spazi aperti a uso comune, con tavoli, panche, fontanelle e zone ombrose.

Vi sarà anche una scuola, su una superficie di 9200 metri quadri. E’ la ICS Symbiosis, e anch’essa sarà rivoluzionaria: ospiterà infatti in un contesto internazionale bambini e ragazzi dai 4 ai 18 anni, comprenderà scuola dell’infanzia, scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, e prevederà una palestra, una piscina semiolimpionica e un campo da gioco polifunzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati